Dante Tutte quelle vive luci 2021

Sarà Don Alessio Geretti, già noto in qualità di direttore e curatore delle mostre del Comitato di San Floriano di Illegio, a fare da anfitrione domani all’avvio di “Tutte quelle vive luci” il progetto della fondazione De Claricini Dornpacher dedicato ai 700 anni dalla morte di Dante Alighieri. Alle 17, dopo i saluti del presidente della Fondazione Oldino Cernoia, Don Geretti terrà il suo intervento dal titolo: “Dante, l’esperienza feroce e il sentimento acuto del nostro destino”. L’incontro, a causa delle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria, sarà trasmesso online sulla pagina Facebook Villadeclaricini.

Al via il progetto della fondazione De Claricini Dornpacher dedicato ai 700 anni dalla morte di Dante Alighieri con l’intervento di Don Geretti

Don Alessio Geretti ripercorrerà la vicenda dantesca dal punto di vista personale e spirituale. «Ma anche dal punto di vista politico, perché l’opera di Dante è in grado di gettare una luce importantissima nella storia d’Italia non soltanto del passato ma anche del presente». Don Geretti, ripercorrerà il percorso di Dante «nel quale si ritrova sempre qualcosa di estremamente attuale e rilevante per l’oggi».
«La mia non sarà prettamente un’analisi letteraria per innamorati della poesia e della scrittura – ha anticipato Don Geretti – ma sarà soprattutto un’analisi esistenziale e culturale della figura di Dante e della grandiosa esperienza che sta all’origine della Divina Commedia. Giovedì si svolgerà un piccolo viaggio dentro l’attualità di Dante: un incontro di prospettiva verso il futuro, più che incontro di memoria di un grande del passato».

Dantedi’

Tutte le notizie sul Friuli Venezia-Giulia nel Podcast Radio Gioconda Notizie a cura della giornalista Monica Bertarelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.